Proverbi Italiani

Selezione dei più noti detti popolari italiani




FINE

1
A filar fine il cul se ne ride, a filar grosso si riempie il dosso.
2
3
Chi viaggia con le scarpe d'oro, può arrivare sino alla fine del mondo.
4
5
Donna che ti stringe e le braccia al collo ti cinge, poco t'ama e molto finge, e nel fine ti abbrucia e tinge.
6
Guardati da chi consiglia a fine di bene.
7
Il fine del mercante è il fallire; e il fine del ladro in sulle forche, morire.
8
Il fine del soldato è l'essere ammazzato.
9
Il fine dimostra la cosa.
10
Il fine giustifica i mezzi.
11
In fine le s'accomodan tutte.
12
L'uccello dal becco grosso non può cantar fine.
13
La fine del corsale è annegare.
14
La fine del riso è il pianto.
15
16
Putto in vino e donna in latino, non fece mai buon fine.
17
18
Quel che tu vuoi dire in fine, dillo da principio.
19
Si vede il fine della nostra vita, ma non della nostra pazzia.
20
Tosto o tardi, al fine bisogna che si scopra la menzogna.
21
Tutte le volpi al fine si rivedono in pellicceria.

FINESTRA

1
Alla fortuna bisogna lasciar sempre una finestra aperta.
2
Aria di finestra, colpo di balestra.
3
Chi non l'ha all'uscio l'ha alla finestra.
4
Dio serra un uscio e apre una finestra.
5
Gli occhi sono la finestra dell'anima.
6
Il lavoro di festa va fuori per la finestra.
7
La donna alla finestra, la gatta alla minestra.
8
La roba fa stare il tignoso alla finestra.
9
Le donne son sante in chiesa, angele in istrada, diavole in casa, civette alla finestra, e gazze alla porta.
10
11
Quando Dio chiude una finestra apre una porta.
12
Quando il bisogno bussa alla porta, l'onestà si butta dalla finestra.
13
Quando la fame vien dentro la porta, l'amore se ne va dalla finestra.

FINESTRE

1
2
Il caritatevole dà alla porta, e Iddio mette dentro dalle finestre.

FINESTRELLE

1
Sole a finestrelle, acqua a catinelle.

FINGE

1
Donna che ti stringe e le braccia al collo ti cinge, poco t'ama e molto finge, e nel fine ti abbrucia e tinge.

FINGER

1
Il finger non è difetto, e chi finger non sa non è perfetto.

FINGERE

1
Chi non sa fingere, non sa regnare.

FINGERSI

1
Chi non sa fingersi amico, non sa essere nemico.

FINGI

1
Di giorno tingi, e di notte fingi.

FINI

1

FINIMONDO

1
Finimondo è per chi muore.

FINIRE

1
2
Meglio è non dire, che cominciare e non finire.

FINIRLA

1
Chi comincia andare un po' in su non vorrebbe finirla più.

FINISCA

1
Non v'è mal che non finisca, se si soffre con pazienza.

FINISCE

1
2
Chi si mette a fabbricare sa dove comincia e non dove finisce.
3
Dove manca l'inganno, ivi finisce il danno.
4
E' meglio il pan nero che dura, che il bianco che si finisce
5
Quando si comincia male, si finisce peggio.
6
Se il coltivatore non è più forte della su' terra, questa finisce col divorarlo.
7
Tutto finisce, fuorché l'invidia.
8
Tutto è bene ció che finisce bene.

FINISCONO

1
2
Tutti i salmi finiscono in gloria.

FINITA

1
Quando la vedova si rimarita, la penitenza non è finita.
2

FINITO

1
Al nascer delle doppie (cioè del danaro) il mondo ha finito d'esser semplice.
2
Quando è perduto il re, è finito il gioco.

FINO

1
Avanti Natale, né freddofame (o per fino a Natale il freddo non fa male): da Natale in là, il freddo se ne va.
2
Carezze di frati t'accompagnano fino alla porta, e te la serran dietro.
3
Chi si ammoglia con niente, fino a morte ne risente.
4
Doglia di moglie morta, dura fino alla porta.
5
6
7
Fino alla bara sempre se ne impara.
8
In casa d'altri loda tutti fino i figli cattivi o brutti, fino al gatto che ti sgraffigna, fino al can che ti mordigna.
9
In panno fino sta la tarma.
10
La bellezza dura fino alle porte, la bontà fìno alla morte.
11
La carità de' frati accompagna fino alla porta.
12
13
Le bellezze duran fino alla porta, le bontà fino alla morte.
14
Per Sant'Andrea piglia il porco per la sèa (setola); se tu non lo puoi pigliare, fino a Natale lascialo andare.
15
16
17
Se va tutto il dì di San Gal, lo fa bello fino a Natal.

FINOCCHIO

1
Il ciel ne guardi dalla tosse e da quei che ha il pelo rosso e dal verme di finocchio e da quei ch'hanno un solo occhio.

FINTA

1
Nelle corti, la carità è tutta estinta, né si trova amicizia se non finta.

FIOCCO

1
Vesti un ciocco, pare un fiocco.

FIORA

1
Agli amanti fiora non gli creder mai.

FIORE

1
Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore.
2
3
Chi dipinge il fiore, non gli dà l'odore.
4
Chi sta a' marmi di Santa Maria del Fiore, o è pazzo o sente d'amore.
5
Dal fiore al coppo vi è un gran trotto.
6
Fumo, fiore e corte, è tutt'uno.
7
Il cuore è come il vino: ha il fiore a galla.
8
9
La bellezza è il fiore, ma la virtù è il frutto della vita.
10
La vita dell'adulatore poco tempo sta in fiore.
11
Nel giardino del tempo cresce il fiore della consolazione.
12
Non ogni verde fa fiore, non ogni fiore fa frutto.
13
14
Quando le fave sono in fiore, ogni pazzo è in vigore.
15
Tale è il fiore, qual è il colore.
16
Una cortesia è un fiore.
17
Vecchio in amore, inverno in fiore.

FIORENTIN

1
Fiorentin per tutto, Roman distrutto.
2

FIORENTINA

1
Legge fiorentina, fatta la sera e guasta la mattina.

FIORENTINI

1
Bergamaschi, Fiorentini e passere, n'è pieno tutto il mondo.
2
3
4
5
I Fiorentini son cattive doghe da botte, ed i Veneziani buone.

FIORENTINO

1
2
Il Fiorentino mangiapoco e sì pulito, che sempre si conserva l'appetito.
3
Nave genovese, e mercante fiorentino.
4
Tre cose son difficili a fare: cuocere un uovo, fare il letto ad un cane, ed insegnare a un Fiorentino.

FIORENZA

1

FIORI

1
2
I capelli grigi sono i fiori dell'albero della morte.
3
Tutti i fiori non sanno di buono.
4

FIORINI

1

FIORINO

1
A quattrino a quattrino si fa il fiorino.
2
Casa che ha il buon vicino, val più qualche fiorino.

FIORIRE

1
E' meglio allegare che fiorire.
2
Il lino per San Bernardino (20 maggio) vuol fiorire alto o piccino.
3
Non sia superbo chi il suo albero vede fiorire.

FIORISCE

1
Gloria mondana, gloria vana, fiorisce e non grana.
2
Quando fiorisce il sambuco, le galline stringono il buco.

FIORITA

1

FIORITO

1
Chi vuol vedere il bambino fiorito, non lo levi dal pan bollito.

FIRENZE

1
2
3
Firenze non si muove, se tutta non si duole.
4
5
Ognuno sa che palle palle era in Firenze il grido dei partigiani di casa Medici.
6
Per non saper fare un cartoccio fu impiccato un uomo a Firenze.
7

FISCHIA

1
Chi canta a tavola e (fischia) a letto, è matto perfetto.

FISCHIARE

1
Se il bue non vuole arare, c'è poco da fischiare.

FISCHIO

1
Allo sprone i cavalli, al fischio i cani, e al bastone intendono i villani.
2
Altro che fischio vuol la pecora.

FISCO

1
Chi mangia l'oca alla corte (per fisco), in capo alI'anno caca le penne.
2
Chi non dà a Cristo, dà al Fisco.
3
Il fisco è come l'idropico.

FISSAR

1
L'aquila insegna all'inesperta prole, fin dal nido a fissar lo sguardo al sole.

FITTO

1
Del fitto non ne beccan le passere.

FIUME

1
2
Chi ha da morir di forca, può ballar sul fiume.
3
E' un mal fiume l'E'ra.
4
5
La fama, come un fiume, è angusta alla fonte e larga alla foce.
6
mulo, né mulino, né fiume, né forno, né signore per vicino.
7
Se nel fiume non ci sono piu' pesci, il prezzo dei gamberi cresce.

FIUMI

1
muli, né mulini, né compari cittadini, ne luoghi intorno ai fiumi, né beni di comuni, non te ne impacciar mai, ché te ne pentirai.

FLAGELLI

1
Corruccio di fratelli fa più che due flagelli.
2
Fratelli, flagelli.

FLAUTO

1
Un bel concerto di flauto e viola non satolla chi ha fame e non consola.

FLOSCIA

1
Chi va a Roma, né mula zoppaborsa floscia.

FOCACCIA

1
A chi fa il pane e staccia non gli si ruba focaccia.
2
Rendere pan per focaccia.

FOCE

1
La fama, come un fiume, è angusta alla fonte e larga alla foce.

FOCO

1
Chi ha tutto il suo in un loco, l'ha nel foco.
2
Il carnevale al sole, la pasqua al foco.
3
Uomo e donna in stretto loco, secca paglia appresso al foco. (TOMMASEO).

FOCOLARE

1
A chi vuol male, né la casa né il focolare.
2
Al vecchio non manca mai da raccontare, né al sole né al focolare.
3
Piglia casa con focolare, e donna che sappia filare.

FODERATA

1
La veste de' dottori è foderata dell'ostinazione de' clienti.

FOGGETTE

1
Vivano le berrette, e muoiano le foggette.

FOGLIA

1
Col tempo una foglia di gelso diventa di seta.
2
Il pennato è quello che fa la foglia.
3
Non si muove foglia che Dio non voglia.
4
Pasqua venga alta o venga bassa, la vien con la foglia o con la frasca.
5
Pasqua, voglia o non voglia non fu mai senza foglia (o foglia di gelso).

FOGLIE

1
2
La bellezza ha belle foglie, ma il frutto amaro.
3
Le saette non son foglie, chi le manda le raccoglie.

FOGLIO

1
Una parola imbratta il foglio.

FOLLE

1
2
Quando il tempo è molle, il dente è più folle.

FOLLEGGIA

1
Quando la donna folleggia, la fante danneggia.

FOLLÌA

1
2
E' meglio corta follia che lunga.

FOLTO

1
Il fieno folto si taglia meglio del chiaro.

FONDA

1
Chi fonda in sul popolo fonda in sulla rena.

FONDO

1
2
3
Ara poco (poco tratto) ma minuto e fondo se tu vuoi empire il granajo da cima a fondo.
4
Chi non vede il fondo, non passi l'acqua.
5
Del vino il primo, del caffè il secondo, della cioccolata il fondo.
6
I pesci grossi stanno in fondo.

FONTANA

1
Chi ha prete o parente in corte, fontana gli risurge.
2
Chi mena la sua moglie a ogni festa, e dà bere al cavallo a ogni fontana, in capo all'anno il cavallo è bolso, e la moglie...
3
Lagrime di donne, fontana di malizia.

FONTANE

1

FONTE

1
Chi vuol dell'acqua chiara vada alla fonte.
2
La fama, come un fiume, è angusta alla fonte e larga alla foce.

FONTI

1
Il mare fa fortuna, non le fonti.

FORA

1

FORAME

1
Chi tiene il cavallo e non ha strame, in capo all'anno si gratta il forame.
2
Fa forame il can per fame.

FORAN

1
Le non si foran tutte diritte.

FORANO

1
L'armi dei poltroni non taglianoforano.

FORBICI

1
Colpo di forbici ognun due.